CITTÀ

FOTO Un nostro lettore: "Il cimitero di Foggia invaso da cani randagi"

Un nostro lettore: "Il cimitero di Foggia invaso da cani randagi"

FOGGIA,

 Riceviamo e volentieri pubblichiamo.

Spett.le redazione di Teleradioerre, a seguito del decesso di mia madre, avvenuto a novembre 2017, visito frequentemente il cimitero di Foggia. Il cimitero è letteralmente infestato da cani randagi, molti dei quali di grossa taglia. Mio fratello è già stato azzannato ed ha dovuto fare ricorso alle cure mediche. Io stesso ho subito un tentativo di aggressione.

Ho segnalato la questione alla compagnia privata di vigilanza che avrebbe il compito di presidiare il cimitero. Gli addetti alla vigilanza affermano di non avere competenza in merito. Ho formalmente segnalato la questione al Responsabile della Pulizia Municipale di Foggia, con raccomandata 150520984872 consegnata in data 02/03/2018. Non avendo avuto alcun riscontro, ho segnalato la questione anche al Gruppo Carabinieri Forestale di Foggia, con raccomandata 150520984907 consegnata in data 30/04/2018.

A tutt’oggi, nessuna della autorità interpellate è intervenuta per risolvere il problema. Anzi, la situazione è peggiorata nel senso che i cani, che prima stazionavano nel viale alberato di accesso al cimitero, adesso circolano liberamente tra le tombe.

Possibile che la città di Foggia debba sempre dimostrarsi l’ultima fogna d’Italia. Da foggiano devo confermare a malincuore: fuggi da Foggia, non per Foggia ma per i foggiani, campioni di lassismo e di menefreghismo.

Marco D'Adduzio



Commenta l'articolo