0881.568734 redazione@teleradioerre.it

Teleradioerre.it

CRONACA

Droga, operazione "Drion": 12 arresti a San Severo

FOGGIA,


Un linguaggio criptico per indicare la “roba”: “portami i tuoi cerchi in lega, oppure portami i documenti”. Erano queste le espressioni utilizzate dai componenti della banda di spacciatori arrestati alle prime luci dell’alba di oggi dagli agenti del commissariato di San Severo, coadiuvati dal PM inquirente Silvestris della Procura della Repubblica di Foggia. Finiscono dietro le sbarre Michele Montanaro detto “u’nervus” Giuseppe Vistola alias “fafum” e Antonio Sciannamè. Arresti domiciliari, invece, per Mario Ceglia, Francesco Montanaro, Davide Ruino, Francesca Scalera (unica donna del gruppo), Michele Marea, Donato De Matteis (al momento del blitz trovato in possesso di 50 grammi di eroina) e Giuseppe Volpe, tutti di San Severo. Le indagini hanno interessato anche il vicino Molise e la Campania, coinvolti, infatti, Antonio Santone di Campobasso e Maurizio Miloso di Mugnano di Napoli. Quasi tutti hanno precedenti penali specifici. Le indagini sono partite nel dicembre 2007, a seguito dell´omicidio di Luigi Iacobazzi e si sono protratte fino a marzo 2008. Dalle utenze telefoniche dell’uomo è emerso che, prima di essere assassinato, lo stesso aveva avuto contatti con Michele Montanaro. Quest’ultimo, insieme a Giuseppe Vistola, riveste un ruolo principale nell’organizzazione criminale. Di qui dunque, i controlli che hanno permesso di accertare oltre 200 episodi si spaccio di cocaina e hashish nei comuni dell´Alto Tavoliere, (Apricena, Torremaggiore ma anche Lucera) del Molise e Abruzzo. Lo scambio avveniva prevalentemente in casa o in strada. Gli acquirenti erano, perlopiù giovani; tra di loro, scoperti, anche due minorenni. Un “cipollotto” di cocaina veniva venduto sul mercato 30 euro, mentre 1 grammo della stessa sostanza arrivava a costare anche 100 euro.

Commenta l'articolo


ALTRE DI CRONACA