CRONACA

FOTO Spaccio di droga, viestani vicini al clan Perna sorpresi con 5 kg di marijuana

Spaccio di droga, viestani vicini al clan Perna sorpresi con 5 kg di marijuana

VIESTE,

Nella giornata di ieri, Il team di investigatori, denominato “Gruppo Gargano”, composto da Agenti della Polizia di Stato  della Squadra Mobile della Questura di Foggia di Foggia, coadiuvato da personale del Reparto Prevenzione Crimine Puglia settentrionale e dell’analogo Reparto Prevenzione Crimine della Basilicata, hanno arrestato Francesco e Riccardo Quitadamo, rispettivamente 50 e 19 anni per il reato di detenzione di ingente quantitativo di sostanza stupefacente.

Nell’ambito di un servizio di prevenzione e repressione del traffico illecito di sostanze stupefacenti nel Comune di Vieste, il “Gruppo Gargano” haeffettuato una serie di perlustrazioni e perquisizioni in alcuni casolari in località Palude Mezzane e Coppitella. All’interno di un rudere adibito a rimessaggio di attrezzatura agricola, è stato rinvenuto un borsone in tela plastificata all’interno del quale vi erano 8 involucricontenenti complessivamente 4,550 kg circadi marijuana, oltread un bilancino elettronico e materiale utile per il confezionamento.

Durante l’operazione è giunta sul posto un’auto con i due uomini a bordo, fratello e nipote di Piergiorgio Quitadamo, noto esponente della criminalità organizzata viestana ed elemento apicale del gruppo criminale capeggiato da Girolamo Perna, attualmente imperante nella città di Vieste. I due sono stati sottoposti a perquisizione personale poi estesa al veicolo: in un’intercapedine appositamente ricavata tra i sedili posteriori, la Polizia ha scoperto due involucri contenenti complessivamente 1,190 kg dimarijuana.

Nei terreni limitrofi è stato scoperto anche 260grammi di cocainamescolata con numerosi chicchi di grano per preservarne la qualità.FrancescoeRiccardo Quitadamo sono stati condotti presso la Casa Circondariale di Foggia a disposizione dell’Autorità giudiziaria. 

Sono in corso accertamenti volti ad individuare il canale di approvvigionamento della sostanza stupefacente. 



Commenta l'articolo