PESCHICI, QUANDO LA PAPOSCIA SPOSA IL GELATO GOURMET

Spread the love

Non c’è soltanto la celebre brioche siciliana ripiena di gelato a calmare la fame e la golosità del turista più esigente. L’ultima trovata del gelatiere peschiciano Michel Draicchio è un connubio dal valore inestimabile: alle sue creme a “centimetro zero” ha aggiunto un involucro degno di patrimonio Unesco, la paposcia. Un abbinamento tutto garganico, frutto di una bella collaborazione con Sergio Flaminio, titolare della pizzeria Le Ripe, che produce le paposce e che è tra i primi dieci pizzaioli in Italia (si è classificato al campionato italiano di Parma 2019). Michel, nella sua omonima gelateria, sta facendo registrare un nuovo clamoroso successo: ovviamente la paposcia (con zucchero caramellato nel forno a legna) si può farcire con ogni tipo di gelato, ma Michel consiglia i gusti più tipici del Gargano, come ai Sapori Peschiciani (fico e cioccolata fondente), ai Crustl (tipico dolce natalizio garganico), ao lampascioni, alla burrata di Andria I.G.P, al caciocavallo podolico d.o.p , all’olio e.v.o ed al grano arso. Due grandi tipicità si uniscono per creare quello che sarà il dolce dell’estate 2020, in linea con le imprese gastronomiche di Draicchio, che in tema di gelati ne sa una più del diavolo e che è presente nella guida del Gambero Rosso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Covid 19

covid 19